La Scrittura Intuitiva

Bambino sopra un libroOggi volevo condividere con voi il modo più semplice che ho scoperto per entrare in contatto con le entità celesti attraverso la scrittura. Prima di fare ciò è bene sapere che andremo a contattare delle realtà che esistono in dimensioni parallele alla nostra, una specie di mondo simile al nostro ma che non riusciamo a vedere. In questo mondo, come nel nostro c’è una vastità di esseri, alcuni più evoluti, e altri meno. I primi sono pronti ad aiutare la nostra evoluzione, e di solito ogni canalizzazione ti lascia quel “qualcosa in più”, mentre i secondi tendono a portare turbamento. Per contattare sempre entità evolute è meglio fare questa tecnica quando si è rilassati e gioiosi in modo da attirare quel tipo di energia. Una buona norma è chiedere protezione all’Arcangelo Michele affinchè vegli su di noi in modo che i messaggi possano essere quelli più idonei alla richiesta e al nostro grado di comprensione.

Per cominciare abbiamo bisogno di carta e penna, meglio un quaderno dove riportare le sessioni in ordine per data ; spesso i messaggi che ci arrivano non hanno subito un senso, ed è solo nel rileggerli che troveremo le risposte che cercavamo.

Una volta chisto protezione all’Arcangelo Michele, pensiamo a qualcosa da approfondire con l’aiuto della scrittura. Ora rilassiamoci completamente, magari aiutandoci con la respirazione e cominciamo a scrivere tutto quello che ci viene in mente su quell’argomento : le emozioni che affiorano, i pensieri che arrivano, le perplessità, insomma tutto. Durante la scrittura ad un certo punto comincierete a scrivere cose che non sembrano vostre ( ma questo lo noterete di solito rileggendo), ed é qui che cominciano i vostri messaggi ispirati. Ora potete esprimere questa canalizzazione lasciando fluire le parole, o impostando una comunicazione con domande e risposte. Non c’è un limite di tempo o parole, ma vi renderete conto che a un certo punto questo fluire si ferma. Non andate oltre soprattutto agli inizi. Questo processo anche se semplice ci mette in contatto con energie più elevate e provoca stanchezza. Ricordatevi di ringraziare sempre alla fine: avete chiesto di parlare con qualcuno, e almeno un grazie è dovuto.

Durante la scrittura potete avere alcune intuizioni (scrivetele o rischierete di pederle), oppure potreste avere immagini, sentire profumi, o sensazioni particolari ( in questo caso memorizzatele; le entità spesso vi inviano informazioni perchè possiate riconoscerle nelle successive conversazioni, una specie di “biglietto da visita”).

Se non volete contattare Esseri di altre dimensioni, potete usare questa tecnica per ricevere i messaggi che arrivano dal vostro Sé Superiore, o dalla vostra Intuizione. Per fare questo basta chiedere all’inizio, di ricevere i messaggi solo dalla vostra parte Divina e non da fonti esterne. Ricordatevi di usare sempre il buon senso. Possiamo quasi paragonare la nostra Parte Divina all hard-disk del nostro computer, mentre le altre Entità possono essere il collegamento ad internet. Siamo noi che in un mondo infinito possiamo scegliere cosa, come e dove cercare.

 

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed.Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.